sabato 12 settembre 2009

Borghetto - Il comune “mantiene” la ciclabile provinciale

La manutenzione delle ciclabili provinciali funziona, se a farla sono i comuni. Borghetto da tre anni si occupa del taglio dell’erba e del mantenimento del tratto di ciclabile per Livraga, e dall’anno scorso mantiene quello della strada provinciale 23 fino a località Cascinetta, e i risultati si vedono. Tra le tante lamentele degli utenti per le condizioni della ciclabile a fianco della provinciale Lodi-Borghetto, proprio il tratto borghettino si salva dalle critiche. «Noi abbiamo piantumato le ciclabili per renderle più confortevoli per i ciclisti, soprattutto d’estate, e quindi ci teniamo a fare la manutenzione per salvare gli arbusti e farli crescere - dice l’assessore Pierluigi Sbarufati -. Con la Provincia c’è un accordo silenzioso: dal momento che per loro la manutenzione è difficoltosa, sono ben contenti di lasciarla a noi, almeno sulla pista vera e propria».Ma Borghetto non è votato all’altruismo, anche perché il servizio di manutenzione del verde nel quale è compresa anche la cura delle ciclabili costa alle casse del paese oltre 20mila euro. «La Provincia ha contribuito a piantumare quelle aree finanziando in parte le operazioni di messa a dimora, e noi ora siamo contenti di mantenerle - continua Sbarufati -. Da parte nostra, c’è interesse a proseguire in questa collaborazione anche sulle prossime tratte, penso alla Graffignana-Borghetto che dovrebbe partire a breve. Se la Provincia dovesse finanziare in parte la piantumazione anche di quella ciclabile, poi la manutenzione potremmo prenderla in carico noi». Del resto, il comune sborsò circa 6mila euro per le piante lungo la ciclabile per Livraga, e 13mila euro per la sistemazione delle sponde del Muzzino e la piantumazione della ciclabile sulla sp 23 l’anno scorso. E sempre sulla sp 23, il comune nei giorni scorsi ha inoltrato una richiesta alla Provincia di Lodi perché permetta il riempimento del fossato di località Cascinetta che divide il nuovo tracciato dal vecchio, ancora in uso per gli accessi alla frazione. «Noi abbiamo il terreno, ma è la Provincia a doverci autorizzare a deporlo per arrivare in quota con le strade - conclude l’assessore -. Da parte nostra c’è massima disponibilità a collaborare, perché il buon mantenimento di questi tratti di strada va a tutto vantaggio anche di Borghetto».Fonte: Il Cittadino

Nessun commento:

Posta un commento